Pensieri negativi, come liberarsene

Come eliminare i pensieri negativi per riuscire a vivere meglio

Pensieri negativi, come liberarsene

Un articolo che arriva da una richiesta specifica, una mia lettrice mi ha scritto in email, ringraziandomi perché grazie ad alcuni miei articoli motivazionali ha ripreso a sorridere, nello specifico mi ha confessato quanto per lei sia ormai indispensabile il barattolo della felicità, di cui è venuta a conoscenza proprio grazie ad un mio blog post.

Non è la prima volta che accade, ma è stata una bella spinta per farmi riprendere questa rubrica che per mancanza di tempo stavo trascurando e credo che forse è meglio trascurare le frivolezze, i post sponsorizzati e qualsiasi altra cosa che non gli articoli motivazionali, perché se è vero che un beauty post vi aiuta a scegliere un cosmetico per rendervi più sicure e belle, è altrettanto vero che un articolo motivazionale vi aiuta a vivere meglio ed è quello che conta di più.

Pensieri negativi, prima bisogna accoglierli

I pensieri negativi sono inevitabili, arrivano quando mento ve li aspettate e possono trasformarsi in un vero e proprio tarlo da cui sembra impossibile liberarsi.

Ecco perché può arrivare un momento in cui prendono il sopravvento, sembrano quasi logorarvi e vi avvolgono in un vero e proprio vortice che sembra non volersi fermare.

La prima cosa che ci viene in mente di fare è di allontanarli e lo facciamo ad esempio dedicandoci ad altro, cercando di distogliere l'attenzione da questi pensieri negativi, ma non c'è nulla di più sbagliato perché questo ci darà solo l'effetto contrario e questa negatività prenderà il sopravvento.

Ecco perché i pensieri negativi vanno prima accolti, è questo il primo passo da fare, accoglierli, capirli e riflettere se ci sono soluzioni per mandarli via o almeno per tenerli a bada.

Questo in un primo momento vi sarà difficile, ma se ci pensate bene è altrettanto difficile controllare qualsiasi tipo di emozione, anche quelle più positive, con la differenza che quelle positive le accogliamo istintivamente, mentre i pensieri negativi che riguardano ugualmente il nostro stato d'animo d'istinto vogliamo allontanarli.

E' come quando desideriamo qualcosa a tutti i costi, niente e nessuno può farci cambiare idea e non possiamo allontanare questo desiderio neppure se c'impegniamo a farlo, la stessa cosa vale per i pensieri negativi, inutile cercare di allontanarli perché questo andrà solo ad intensificarne la presenza.

A un passo dal vivere meglio

Una volta accolti i pensieri negativi, stranamente ci sentiremo meglio, perché ci faranno riflettere e in molti casi riusciremo anche a trovare delle soluzioni, basta solo fare un po' di introspezione con la massimi lucidità e ci sentiremo più leggeri.

Ovviamente una cosa è a dirsi è una cosa è a farsi, quindi non temete se in un primo momento vi sembrerà quasi impossibile accoglierli, l'importante è lasciarsi andare e non opporvi, neppure se alcuni pensieri vi recano ansia, perché le paure vanno affrontate per poterle sconfiggerle.

Esaminate ogni pensiero, per ognuno chiedetevi da cosa è stato causato, se è davvero giusto che condizioni le vostre vite, se vi sta bloccando nei vostri progetti, se vi fa vivere male o se semplicemente rispecchia una vostra insoddisfazione che potreste risolvere ecc.

I pensieri negativi possono aiutarci

Spesso i pensieri negativi possono darci una marcia in più, può sembrare strano ma possono davvero essere dei veri e propri motivatori, perché possono spingerci a fare cose a cui avevamo rinunciato, possono darci la forza per tirar fuori l'energia che sembrava svanita e metterla in campo per raggiungere i nostri obiettivi,

Ecco un esempio banale, il pensiero costante di essere fisicamente inadatti, sentirsi con troppi chili di troppo o di meno, questo è uno di quei pensieri che può essere risolto, basta affrontarlo, non è un pensiero negativo ma è una vostra insoddisfazione ed è anche risolvibile, basta un po' d'impegno, una dieta adeguata ed un nutrizionista valido.

Un esempio decisamente più difficile da risolvere può riguardare la perdita di una persona cara, la sua mancanza ed il vuoto che ha lasciato ci sarà sempre, ma quando la nostalgia arriva allora non concentratevi sulla sua essenza, ma su cosa vi ha lasciato, su com'era in vita, ai momenti belli trascorsi insieme e concentratevi sul fatto che di certo questa persona non avrebbe mai voluto vedervi abbattuti ma avrebbe voluto vedervi felici e questo può essere una spinta per ricominciare a vivere anche per questa assenza.

Un ultimo esempio voglio focalizzarlo sulla sfera amorosa, qualsiasi sia il motivo della fine di una storia non importa, la sofferenza ci sarà in ogni caso e porterà pensieri negativi e paure che potrebbero incidere sulle future o attuali relazioni o potrebbero bloccarvi da aprire il vostro cuore ad un'altra persona, quindi perché rinunciare a viverci una storia d'amore a causa di una andata male?

Se vi fermate a riflettere arriverete alla conclusione che vi meritate di essere felici e di non restare attaccati ad un passato doloroso perché questo potrà solo rovinare il momento che state vivendo, certo che questo non vi assicura un storia a lieto fine, ma perché farsi bloccare dal vivere e godersi il presente?

I pensieri negativi si trasformano

Insomma, concludendo, i pensieri negativi non possono essere cancellati come per magia, perché quello che c'è nella nostra mente non può essere eliminato, ma possono da nemici diventare amici per riuscire a farci vivere al meglio, il segreto resta accoglierli e non ribellarci a farli andare via.



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento a questo blog post e se hai domande o richieste di collaborazioni non esitare a contattarmi