15/08/19

Ricette per Ferragosto per pranzo o cena, menu completo

ricette-per-ferragosto
Ricette per Ferragosto, menu estivo per pranzo o cena


Ricette per il pranzo di Ferragosto, ecco cosa mangiare

Non mi andava di scrivervi il solito post con dei semplici auguri di buon Ferragosto e allora dopo avervi consigliato dove andare in questa giornata festiva, ho deciso di darvi consigli su cosa mangiare ed ovviamente su cosa cucinare, un menu completo per il pranzo o la cena di Ferragosto perfetto, con cinque ricette di cucina che i vostri ospiti ameranno.

Un'alternativa alla classica grigliata di Ferragosto

Ovviamente è un menu assolutamente estivo,  che va bene anche in altre giornate, ma attenzione però alle dosi perché le dosi nelle mie ricette vanno bene per un 5/6 persone, quindi regolatevi di conseguenza.

Antipasto di mare per Ferragosto: Calamari fritti

Per il pranzo di Ferragosto come antipasto un fritto di mare è assolutamente la perfezione, io ho scelto un fritto di calamari, semplice ma molto gustoso.

Ingredienti 
600 grammi di calamari
Farina q.b.
Sale e pepe q.b.
Olio per friggere q.b.
Fettine di limone

Procedimento
Per velocizzare la preparazione potreste acquistare i calamari già tagliati a tondini, altrimenti potete acquistare un calamaro grande e poi procedere prima a pulirlo e poi a tagliarlo a tondini.

Dopo aver lavato i tondini di calamaro, ricopriamoli di farina, poi friggiamoli in olio bollente e poniamoli su carta assorbente per eliminare l'acqua in eccesso.

Serviamoli e condiamoli con sale, pepe ed aggiungiamo in ogni piatto qualche fettina di limone, che renderà la ricetta ancora più buona.
calamari


calamari-fritti
Ricetta calamari fritti per Ferragosto, pranzo o cena


Primo piatto per il menu di Ferragosto: Riso all'insalata


Il riso all'insalata è il primo piatto per eccellenza estivo, perfetto anche perché possiamo prepararlo il giorno prima.

Ingredienti 
500 gr. di riso
200 gr. di formaggio svizzero a cubetti
150 gr. di prosciutto cotto a cubetti
Un pomodoro
3 uova sode
Olio evo q.b
100 gr. di olive verdi
Sale q.b
Tonno in scatoletta (almeno due)

Procedimento
Facciamo cuocere il riso in acqua salata, poi scoliamolo e facciamolo raffreddare a temperatura ambiente.

Poi, aggiungiamo un po' d'olio nel riso, mescoliamo per bene ed aggiungiamo tutti gli altri ingredienti scelti per condirlo, quindi le olive, il prosciutto, le uova /tagliate a fettine),il formaggio, il tonno ed il pomodoro (tagliato a pezzetti).

Mescoliamo per bene, aggiungendo un po' di sale e lasciamolo riposare qualche ora in frigo.

riso

insalata-di-riso
Insalata di riso per il menu di Ferragosto




Secondo piatto di mare per Ferragosto: Orata al forno

E per secondo, riportiamo il profumo del mare a tavola, con una buonissima orata al forno, ovviamente un'orata per ogni persona invitata a pranzo.

Ingredienti
6 orate
Sale q.b.
Prezzemolo q.b.
Olio evo q.b.
Un paio di spicchi di aglio
2 limoni

Procedimento
Innanzitutto desquamiamo le orate con un coltello, poi tagliamole all'altezza del ventre, togliamo le interiora e poi laviamole.

All'interno di ogni orata aggiungiamo dei pezzetti di aglio, del prezzemolo, un po' di sale ed un filo d'olio.

Adagiamo tutte le orate su una teglia e su ognuna effettuiamo tre incisioni con un coltello e aggiungiamo una fettina di limone.

Completiamo con un altro filo d'olio al di sopra delle orate ed un altro po' di olio e di acqua nella teglia.Inforniamo a 180 gradi per un 30 minuti circa.
orata
orata-al-forno
Orata al forno per ferragosto


Contorno per il pranzo/cena di Ferragosto: Melanzane Grigliate

Ci sono tanti modi per cucinare le melanzane, ma d'estate il miglior modo è farle grigliate e condirle seguendo i nostri gusti e saranno perfette come contorno sia per i secondi di pesce, sia per quelli di carne.

Ingredienti
Due melanzane grandi tonde
Sale e peperoncino in polvere q.b.
Olio evo e aceto di vino q.b.
2 Spicchi d'aglio

Procedimento
Laviamo le melanzane, affettiamole in forme tonde e cuociamole sulla griglia.

A questo punto, possiamo condirle con aceto, sale, peperoncino, aglio tagliato a pezzetti ed olio e facciamole riposare in frigo qualche ora.

Come per il riso, anche questa ricetta può essere realizzata il giorno prima.

melanzane-grigliate
Melanzane grigliate
.



melanzane
Melanzane grigliate per la cena di Ferragosto


Dolce per fine cena o pranzo di Ferragosto: Gelato al caffè fatto in casa, senza gelatiera

Per concludere il pranzo di Ferragosto un gelato ci sta più che bene, se non vi piace questo al caffè, vi consiglio il gelato kinder bueno.


Ingredienti 
500 ml di panna montata 
300 grammi di latte condensato
2 ml di aroma alla vaniglia
Un po' di liquore ( meglio se vov o anice)
5 tazzine di caffè a temperatura ambiente, già zuccherato

Procedimento
In una ciotola versiamo il latte condensato, l'aroma di vaniglia ed il liquore e mescoliamo.

Poi aggiungiamo anche il caffè e mescoliamo ancora.

Incorporiamo il tutto nella panna montata, mescolando con movimenti dal basso verso l'alto e poi versiamo tutto in qualche contenitore, richiudiamolo e lasciamo in freezer almeno 6 ore.

E voi? 
Quale sarò il vostro menu di Ferragosto?

Per altre ricette date un'occhiata al mio food blog.



gelato
gelato-al-caffe
gelato-al-caffè
Gelato al caffè per concludere il pranzo  di Ferragosto


Leggi tutto...

13/08/19

Ferragosto 2019 a Napoli e dintorni, ecco cosa fare

Ferragosto-2019-Napoli
Ferragosto 2019 a Napoli

Ferragosto 2019 cosa fare a Napoli

Cosa fai a Ferragosto?
Stanchi di sentire questa domanda giusto? Per fortuna manca poco, quindi dovrete poi attendere un altro anno e cioè la prossima estate per essere tormentati da questa domanda.

Se siete di Napoli e non avete voglia di andare al mare e sopratutto non avete voglia di rischiare di restare bloccati nel traffico, allora posso darvi qualche idea last minute su cosa fare a Ferragosto.

Fare i turisti nella propria città

A volte sottovalutiamo le bellezze che abbiamo nella nostra Napoli e allora perché non trascorrere qualche ora a Ferragosto godendoci un po' le meraviglie che abbiamo intorno? Magari in compagnia di amici o parenti.

Ad esempio una passeggiata sul lungomare di Mergellina, mentre vi godete il panorama mozzafiato con protagonista sua maestà il vesuvio oppure un giro a via Toledo per poi arrivare nella splendida Piazza Plebiscito e state certi che dovunque andrete ci saranno molte altre persone che hanno preso la stessa decisione e cioè restare in città e godersela in pieno.
piazza-plebiscito

Passare il Ferragosto all'Edenlandia

Il 15 Agosto il parco giochi Edenlandia sarà aperto con attrazioni e giochi non solo per i più piccoli, ma anche per gli adulti, ad esempio troverete l'Escape Room ed inoltre c'è anche la food area, dove potrete mangiare tantissime bontà, tra cui le golose graffe.
edenlandia
Ferragosto 2019 all' Edenlandia



Andare al concerto di Renzo Arbore

Per chi ama la musica e preferisce godersi la serata di Ferragosto, vi segnalo il concerto di Renzo Arbore al Monte Di Procida in occasione delle MidSummer Nights, tre serate per festeggiare la Madonna Assunta.
Renzo-Arbore


Provare l'ebbrezza del volo dell'angelo

Solo per i più coraggiosi o meglio, per chi non soffre le vertigini, potreste provare a Ferragosto il volo dell'angelo sul Fiordo di Furore in Costiera Amalfitana, ma ovviamente bisogna prenotare.
Costiera-Amalfitana


Andare alla Rotonda Diaz per la notte della Tammorra

Altro evento per chi vuole trascorrere una serata all'insegna della musica e delle tradizioni napoletane, la diciannovesima edizione della notte della Tammorra, dove tra i vari ospiti ci sarà anche  il grande Peppe Barra.


Peppe-Barra
Peppe Barra

Ma qualsiasi sia la vostra scelta su come passare questo Ferragosto, l'importante è che lo passiate con chi vi riesce a farvi star bene, perché alla fine, in queste giornate, non sempre conta come passarle, ma con chi passarle, buon Ferragosto.
Leggi tutto...

12/08/19

Rigeneri AMO la natura - Un nuovo progetto da sostenere

#RigeneriAMOlaNatura
Raccolta fondi Rigeneri AMO la natura

Rigeneri AMO la natura - Un nuovo progetto per salvaguardare la natura che ci circonda

La natura va protetta a tutti i costi, perché in questo modo proteggiamo anche il nostro futuro e questo Legambiente lo sa più che bene, ecco perché scende di nuovo in campo con il progetto Rigeneri AMO la natura, una raccolta fondi in collaborazione con Intesa San Paolo e Fondazione Notte Della Taranta, per poter riqualificare ben quattro oasi ambientali italiane e tra queste spicca un oasi in Campania: l’Oasi dei Variconi un’area protetta situata nel Comune di Castel Volturno, in provincia di Caserta.

Riqualificazione dell'oasi dei Variconi

Un oasi campana che purtroppo al momento non è assolutamente nelle condizioni migliori, perché è stata colpita da incendi ed atti vandalici spesso legati alla criminalità organizzata.

Il progetto mira a ripulire tutta l'oasi che è fondamentale per i flussi di uccelli migratori che provengono dall’Africa per poi dirigersi verso le zone di nidificazione dell’Europa centro-orientale, infatti l'oasi dei Variconi è l'unica area favorevole dove questi uccelli possono sostare e rifocillarsi durante il loro lungo viaggio.

Il progetto Rigeneri Amo provvederà anche a ricostruire due capanni per il birdwatching, che ormai risultano distrutti, così da rendere tutta l'area finalmente di nuovo fruibile, infatti questa oasi era proprio una delle mete preferite dagli amanti del birdwatching.


oasi-dei-variconi
L'oasi dei Variconi in Campania, distrutta da incanti e atti vandalici

Oasi dei Variconi

Le altre location coinvolte nel progetto Rigeneri AMO la natura:

  • La baia di Torre Squillace, a Nardò, in Puglia, che si mira a rendere fruibile con dei percorsi guidati alla scoperta della storia della Torre e del meraviglioso patrimonio naturale che la circonda.
  • Le dune di Sovereto, a Isola di Capo Rizzuto, in Calabria, dove il progetto vuole riqualificare la spiaggia, ripristinando sentieri ed habitat naturalistici. 
  • La Zona di protezione speciale “Costa Ionica Foce Cavone”, a Pisticci, in provincia di Matera in Basilicata, dove verrà tutto migliorato, per poter sia proteggere le dune e le spiagge presenti sia per rendere fruibili le zone destinate alle utenze anche ai disabili.

Come si può effettuare un donazione per #RigeneriAMOlaNatura

Per poter donare e contribuire a salvare questi paradisi naturali, vi basterà connettervi alla pagina dedicata al progetto sul sito For Funding e con pochi click potrete fare la vostra donazione ed ovviamente spetta a voi decidere l'importo oppure in alternativa potrete fare un bonifico bancario:  Beneficiario: For Funding Intesa Sanpaolo  
IBAN: IT32T0306909606100000047402  
Causale del bonifico: LEGAM2400

E' possibile donare anche con un sms o chiamando il numero 45584.

Anche il passaparola può aiutare il progetto

Ovviamente il passaparola è fondamentale per sostenere questa raccolta fondi, quindi diffondete la notizia ad amici e parenti oppure fatelo sui social networks, ad esempio condividendo questo articolo o il link diretto per fare la donazione, magari utilizzando l'hashtag #RigeneriAMOlaNatura, così raggiungeremo molto presto il traguardo per poter finalmente ridar vita a questi luoghi in cui la natura deve ritornare a vivere e ad essere protetta.


dune-di-sovereto
Dune di Sovereto









Leggi tutto...

09/08/19

Come cucinare le melanzane, le cinque ricette più facili e gustose

melanzane
Ricette con le melanzane


Cucinare le melanzane, cinque ricette facili

Le melanzane sono tra le verdure più versatili in cucina, perché il loro sapore ci consente di cucinarle in tanti modi.

E tra i tanti modi per cucinarle io ho scelto le cinque ricette con le melanzane a mio avviso più facili e gustose.

Ho deciso di creare questo articolo come una sorta di mini raccolta di ricette dedicate alle melanzane, perché sono tutte molto diverse tra loro e quindi di certo tra queste ne troverete una che  fa al caso vostro.

Ma ovviamente potete anche suggerirmi altre ricette con melanzane, sarò felice di provarle.

Ovviamente per ogni ricetta vi specificherò il tipo di melanzana di cui avrete bisogno, perché questo è un particolare che spesso va sottovalutato


Ricetta melanzane grigliate


Le melanzane grigliate o a arrosto, sono tra le ricette più conosciute ed amate, anche da chi ci tiene a mangiare in modo sano e leggero, ovviamente io ve le propongo ben condite, ma in realtà sono buone anche senza condimento, magari accoppiate ad altre verdure o ad un secondo di carne.

Per questa ricetta vanno utilizzate le melanzane belle grandi e tonde.

Ingredienti
Due melanzane grandi 
Sale e peperoncino q.b
Olio e aceto di vino q.b.
Uno Spicchio d'aglio

Procedimento
Innanzitutto laviamo le melanzane, prendiamo un coltello ed un tagliere e tagliamole a fette, ognuna con uno spessore di un cm circa. (vedi foto giù)

E ora non ci resta che grigliarle su una piastra e una volta pronte condiamole con olio, aceto, sale, aglio tagliato a pezzetti piccolissimi e peperoncino in polvere.

Non mangiatele subito, ma fatele riposare un po' in frigo, così assorbiranno al meglio tutto il condimento.


Sono buone sia come condimento che per poter farcire un panino.
melanzane-arrosto
Come grigliare e condire le melanzane

Melanzane grigliate

Ricetta melanzane a funghetti


Passiamo al fritto, con le melanzane a funghetti, che tra l'altro è una ricetta molto versatile, io ve le propongo senza sugo, ma è possibile anche condirle con passata di pomodori o con pomodorini.

Per questa ricetta vanno benissimo sia le melanzane lunghe e strette, sia quelle larghe.

Ingredienti
Due melanzane 
Olio q.b.
Sale q.b.

Procedimento
Tagliamo le melanzane a tocchetti e facciamole riposare una mezz'ora una ciotola ampia ripiena di acqua ed aggiungiamoci del sale. 


Poi le laviamo con acqua corrente ed eliminiamo l'acqua in eccesso mettendole in uno scolapasta e poi strizzandole con le mani.

Friggiamo le melanzane in olio bollente e via via che cuociono poniamole su un vassoio, sono buone sia calde che fredde, perfette anche queste sia come contorno, sia per un panino e sono ottime per rendere più buoni molti primi piatti e molti secondi piatti, come ad esempio la pasta con panna e melanzane e le polpette di melanzane

melanzane-a-funghetto
Come friggere le melanzane
melanzane-a-funghetto
Melanzane a funghetti



Ricetta melanzane a barchetta

Passiamo alle melanzane ripiene con la ricetta delle melanzane a barchetta, che a Napoli chiamiamo melanzane a scarpone, richiede un po' più di tempo rispetto alle altre ricette in questa mini guida, ma è ugualmente una ricetta di facile realizzo.

Anche per questa ricetta vanno bene le melanzane strette e lunghe.



Ingredienti per 4 barchette
2 Melanzane
Olive nere e capperi q.b.
Sale q.b.
200 grammi di pomodorini
Pan grattato q.b.
Formaggio grattugiato q.b.
Olio per friggere q.b.

Per iniziare, le melanzane vanno lavate, poi tagliamo via la cima e dividiamole a metà.

Da ogni metà togliamo via la parte interna, ci basta un cucchiaio per farlo e tagliamola a tocchetti, riponendola in una ciotola, ci servirà dopo come condimento.

Friggiamo le melanzane in olio bollente, basta poco, devono solo ammorbidirsi un po' e poniamole su una teglia, ricoperta da carta forno.

Prepariamo il ripieno per condirle, aggiungendo in una pentola su fuoco basso, un filo d'olio, i pomodorini ed il ripieno delle melanzane, mescoliamo e facciamolo cuocerlo per un po' e poi insaporiamo con un po' di sale e delle olive nere.

A questo punto, farciamo le nostre barchette con il ripieno appena preparato, completando aggiungendo un po' di formaggio parmigiano reggiano grattugiato ed inforniamo in forno preriscaldato a 180 gradi per venti minuti circa.

Meglio mangiarle calde, sono un secondo piatto perfetto.



melanzane
Melanzane ripiene
melanzane-a-barchetta
Melanzane ripiene
barchette-di-melanzane
Melanzane a barchetta


Ricetta pizzette di melanzane


Le pizzette di melanzane sono un antipasto buonissimo che farà impazzire anche i vostri bambini ed ovviamente potrete condirle in modo diverso da come ho fatto io.

In realtà c'è anche predilige la ricetta delle pizzette di melanzane cotte al forno o meglio solo cotte al forno, io preferisco prima grigliarle.

Per questa ricetta, utilizzate le melanzane belle grandi e tonde.

Ingredienti
Una melanzana
300 grammi di passata di pomodoro
Basilico q.b.
200 grammi di provola
Sale e olio evo q.b.
Mezzo spicchio d'aglio
Formaggio grattugiato q.b.

Procedimento
Innanzitutto prepariamo il nostro condimento, prendendo una pentola e facendo soffriggere aglio e olio.

Poi aggiungiamo la passata di pomodoro, mescoliamo con un mestolo di legno ed insaporiamo anche con il sale ed il basilico.

Nel frattempo affettiamo le melanzane con uno spessore di circa un cm e  poniamole su una teglia coperta da carta forno.

Condiamo le melanzane con il sugo preparato, con pezzetti di provola e con formaggio grattugiato ed inforniamo in forno preriscaldato a 180 gradi per un dieci minuti.

Queste deliziose melanzane a forma di pizzette vanno gustate belle calde.


pizzette-di-melanzane
Melanzane a forma di pizzette

sugo
Melanzane al forno



pizzette-di-melanzane
Pizzete di melanzane

Ricetta melanzane indorate e fritte

Eccole le mie preferite, le melanzane indorate e fritte, altra ricetta napoletana che amo, delle melanzane impanate, croccanti fuori e morbide dentro, con ripieno filante di provola,

Per questa ricetta vanno bene le melanzane lunghe e strette.


Ingredienti
3 melanzane
Pangrattato q.b.
100 gr. di provola
Sale e pepe q.b
2 uova
Olio  per friggere q.b.

Procedimento
Togliamo via le bucce dalle melanzane, tagliamole a fette e poniamole  in una ciotola con acqua salata, per una mezz'ora.

Poi le laviamo ancora ed eliminiamo l'acqua in eccesso ponendole in uno scolapasta e poi friggiamole ed una volta pronte facciamole riposare su carta assorbente.

Poi su ogni fetta di melanzana aggiungiamo un po' di provola e al di sopra adagiamo un'altra fetta di melanzana.

A questo punto impaniamole, passandole prima nelle uova (sbattute con sale e pepe) e poi nel pangrattato.

Infine, friggiamo le melanzane e poniamole su carta assorbente.

Sono da gustare sia calde che fredde.


melanzane
Melanzane indorate e fritte
melanzane-indorate-e-fritte
Melanzane indorate e fritte

Leggi tutto...

08/08/19

Garnier Bio, spugna esfoliante Konjac

Konjac
Garnier Bio spugna esfoliante Konjac

Spugna esfoliante di Garnier Bio - Konjac

Ogni promessa è debito e quindi eccomi qui per parlarvi di un altro prodotto, molto utile, della linea bio di Garnier.

Già utilizzo la crema argan nutriente Garnier Bio e essendomi trovata bene fin da subito ho voluto provare  anche la spugna detergente esfoliante Konjac.

Questa spugna è assolutamente l'ideale per chi vuole un'alternativa alle solite maschere esfolianti o ai soliti scrub o alle spazzole esfolianti, come ad esempio il foreo e simili.

Una scelta tra l'altro anche naturale, quindi consigliata anche a chi ama particolarmente i prodotti cosmetici bio.

Caratteristiche della spugna Konjac e packaging

La spugna ha una forma rotonda, dotata di un piccolo supporto in cotone, comodo per porre la spugna su un gancio, magari dopo che l'abbiamo utilizzata, perché è importante farla asciugare bene dopo l'utilizzo, meglio se in un luogo ventilato, quindi non riponetela subito nel vostro beauty oppure si rovinerà dopo poco tempo.

Al tatto la Konjac è ruvida e rigida, ma una volta bagnata avrà tutte le caratteristiche di una spugna morbida e soffice.

E' contenuta in una semplice busta verde, quindi un packaging essenziale e senza spreco di carta ecc. e volendo si può riutilizzare per custodire la spugna, sempre ben asciutta.


spugna-konjiac
Spugna esfoliante di Garnier

Come si utilizza la spugna Konjac di Garnier Bio

Al primo utilizzo vi consiglio di lavarla per bene in acqua calda, cosa che vi consiglio di fare almeno una volta a settimana, per pulirla per bene.

Per utilizzarla vi basta semplicemente bagnarla d'acqua, meglio se tiepida e poi passarla delicatamente sul viso, per pulirlo in profondità.

Volendo potete utilizzare sulla spugna anche il vostro detergente viso oppure l'acqua micellare o anche con l'acqua termale spray, per rendere la pulizia del viso ancora più efficace.

Ma non va utilizzata per struccarvi, ma al contrario va utilizzata dopo esservi struccate, così da eliminare tutti i residui di trucco e cellule morte.

Tra l'altro può essere utilizzata anche sul corpo.

La mia esperienza con questa spugna naturale


La utilizzo due volte a settimana, solo sul viso, anche se potrei anche utilizzarla ogni giorno, ma avendo la pelle sensibile preferisco procedere con una pulizia più completa solo un paio di volte a settimana.

Devo dire che comunque è delicata sulla pelle, ma ovviamente sta anche a noi massaggiare con delicatezza, non mi lascia nessun rossore al contrario di altri prodotti esfolianti.

Io in genere la utilizzo solo con l'acqua e a volte anche con del detergente in gel e completo  con la mia crema idratante ed ovviamente consiglio a chiunque utilizzi questa o altre spugne o scrub ecc. d'idratare sempre la pelle, perché per quanto un esfoliazione possa essere delicata sulla pelle è sempre una pulizia profonda che può recare stress alla pelle, quindi sempre meglio idratare.

Quanto costa la  Konjac di Garnier bio, quanto dura e dove acquistarla

Questa spugna naturale costa sei euro, io l'ho acquistata su Amazon, ma è reperibile presso tutti i rivenditori autorizzati, inclusi molti supermercati.

Potete utilizzarla per circa tre mesi e poi occorre sostituirla con una nuova.

Chi di voi la utilizza?


spugna-garnier-bio
Spugna Konjac di Garnier Bio

Leggi tutto...

Follow by Email